Itinerario 7 La Via Maestra

Cortino, Crognaleto, Fano Adriano, Montorio al Vomano

sempre

Un giorno

59 chilometri

0 Recensioni

 

La Via Maestra

L’itinerario segue il tracciato della Strada Statale 80, la quale a sua volta ricalca quello della romana via Cecilia, chiamata anche via Maestra  per l’importanza che in passato ha avuto quale via di interconnessione tra il Tirreno e l’Adriatico e tra L’Aquila e Teramo, prima della realizzazione del traforo del Gran sasso e della relativa autostrada.

Il nostro viaggio parte da Montorio al Vomano raggiungibile da Teramo grazie alla comoda SS80 (vedi anche itinerario 4 fare link). La cittadina si trova a 262 metri sul livello del mare e come posizione logistica rappresenta la porta dell’alta Val Vomano e l’anticamera del Gran Sasso e dei monti della Laga. Il centro, ricco di storia,

Crognaleto - Poggio Umbricchio - Panorama

Poggio Umbricchio – Panorama

conserva ancora oggi i segni di una cultura artigiana e commerciale che si perde nei tempi. Da non perdere è la Collegiata di San Rocco con i suoi maestosi altari lignei, in stile barocco e i suoi preziosi arredi. Oltre il fiume è possibile visitare la chiesa dei cappuccini dove è conservato uno splendido altare intaglialo da Fra Palombieri da Teramo e un chiostro restaurato. Il centro storico merita una passeggiata; tra i tanti palazzi spicca quello dei Catini con un bel portale del Quattrocento.

 

Lasciato Montorio, proseguiamo sulla SS80, tortuosa ma ricca di suggestivi panorami, e dopo circa 15 chilometri, una svolta a destra ci conduce a Poggio Umbricchio. Il paese, frazione del Comune di Crognaleto, è abbarbicato su uno sperone di roccia al di sopra di una stretta gola formata dal fiume Vomano, con una magnifica vista sul massiccio del Gran Sasso. Da vedere è sicuramente la Chiesa di Santa Maria Laurentana con un bel portale del 1570 ed all’interno un cippo militare romano, il soffitto ligneo del 1664 e dipinti del XVII-XVIII secolo.

APRI E PROSEGUI IL VIAGGIO

Continuando la risalita della Valle del Vomano, una deviazione ci porta ai suggestivi abitati di Senarica e di Piano Vomano, dove vari sentieri, percorribili anche a cavallo o con bici di montagna, collegano la zona a Macchia Vomano, Crognaleto e, lungo l’antica via della “Tornara”, all’area archeologica di Colle del Vento, con un importante santuario italico del VI-V secolo a.C. Senarica, antica Repubblica in epoca medievale, è arroccata su di una rupe che sovrasta il fiume Vomano. All’interno del paese, è possibile trovare testimonianza della sua antica storia, scolpita nella pietra di qualche architrave o nei davanzali di alcune finestre affacciate sulla natura che qui domina il territorio. Ed emblema della sua natura, sono i circa 70 ettari del famoso “Castagneto di Senarica”, dove maestosi castagni secolari producono “lu ‘Nzite”, una delle migliori qualità di marroni di tutto il centro Italia. Se i morsi della fame incominciano a farsi sentire, nella zona sicuramente non avrete problemi a trovare uno splendido ristorantino che vi saprà deliziare con tutti i prodotti tipici dei boschi limitrofi.

Crognaleto - Chiesa della Madonna della Tibia

Crognaleto – Chiesa della Madonna della Tibia

Tornati sulla “Strada Maestra” la percorriamo ancora per pochi chilometri prima di lasciarla svoltando a destra sulla SP45a per raggiungere così Crognaleto. Il suo territorio comunale è situato nella parte più alta della montagna teramana e si estende sui due versanti della valle del Vomano, tra il Gran Sasso e i Monti della Laga. Da visitare, a Crognaleto, è la Chiesa della Madonna della Tibia, posta su di uno aspro sperone roccioso sopra l’abitato, e raggiungibile in circa 15 minuti attraverso un comodo sentiero. Nel comune di Crognaleto vi sono numerosissime frazioni che si estendono su un vasto altopiano, ricco di pascoli, di boschi e di ruscelli.

ARRIVO A CORTINO

Esporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo interoCreare immagine del codice QR per mappa autonoma in modalità schermo interoEsporta come GeoJSONEsporta come GeoRSSEsporta come ARML per Wikitude il browser con Realtà-Aumentata
Itinerario 7 La Via Maestra

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

| km | | /km | +m -m (netto: m) | scaricare file GPX scaricare file GPX
Crognaleto: 42.587000, 13.490001
Fano Adriano: 42.551735, 13.541849
Cortino: 42.621392, 13.507090
marker icon
Trova indicazioni stradali Apri mappa autonoma in modalità schermo intero Esporta come KML per Google Earth/Google Maps
Crognaleto
Crognaleto_Panorama_8342Il nome Crognaleto deriva dal termine dialettale crognale, per corniolo. Il centro omonimo è sito a 1.105 m di quota, ma la sede municipale si trova nella frazione di Nerito. Il territorio comunale, sito sulle pendici dei Monti della Laga, si estende sui due versanti della Valle del Vomano. Fa parte della Comunità Montana Gran Sasso e ricade all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Vai alla pagina del comune
Crognaleto, TE, Italia
marker icon
Trova indicazioni stradali Apri mappa autonoma in modalità schermo intero Esporta come KML per Google Earth/Google Maps
Fano Adriano
Fano_Adriano_Chiesa_Madre_8290 x poiIl paese di Fano Adriano è sito alle falde del massiccio del Gran Sasso, all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Fa anche parte della Comunità montana Gran Sasso. È raggiungibile in pochi minuti d’auto dalla Strada maestra del Parco. Il toponimo di Fano Adriano deriva forse da Fanum Adriani, nome già in uso al tempo degli antichi romani che vi abitavano come dimostrerebbero i probabili resti di un tempio situati sul colle San Marcello. Il paese viene citato su documenti ufficiali per la prima volta nella metà del Quattrocento. In quel periodo il borgo era feudo di Giacomo Antonio Orsini. Quindi il suo possesso passò a Antonello Petrucci, Pardo Orsini e Alarcon Y Mendoza.

Vai alla pagina del comune
Fano Adriano, TE, Italia
marker icon
Trova indicazioni stradali Apri mappa autonoma in modalità schermo intero Esporta come KML per Google Earth/Google Maps
Cortino
Cortino è un comune della provincia di Teramo in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana della Laga. La circoscrizione territoriale attuale risale al 1º maggio 1816, quando furono istituite le circoscrizioni amministrative del Regno delle Due Sicilie; con una variazione successiva intervenuta nel 1868 quando, con R.D. 6/12/1868, fu soppresso il Comune di Valle San Giovanni e le frazioni di Casanova, Collegilesco e Faieto furono annesse al Comune di Cortino. Il suo capoluogo, situato ai piedi di quanto rimane di una delle rare abetaie pure dell’Appennino (uno dei biotipi di maggior tutela dei Monti della Laga), che si estende per buona parte del versante sud-orientale del Monte Bilanciere, costituendone un suggestivo anfiteatro, si trova a una quota compresa tra i 1000 e i 1060 m sul livello del mare.

Vai alla pagina del comune
Cortino, TE, Italia
Sant'Omero - Chiesa di Santa Maria a Vico

Chiesa di Santa Maria a Vico

La chiesa di Santa Maria a Vico sorge alla destra del torrente Vibrata a pochi chilometri dal borgo di Sant’Omero. E’considerata dalla critica come l’unico monumento d’Abruzzo anteriore all’anno Mille giunto fino a noi quasi completo, nonostante abbia subito molteplici interventi costruttivi in epoca antica e numerosi restauri dalla fine dell’Ottocento. Il documento più antico in nostro possesso che cita la chiesa di…

Abruzzo - Teramo - Corropoli - Chiesa di Sant'Agnese, Santuario Mariano

Chiesa di Sant’Agnese – Santuario Mariano

A poca distanza dalla piazza principale di Corropoli, sorge il santuario mariano in cui si venera l’effigie della Madonna del Sabato Santo. La chiesa, dedicata a Sant’Agnese, fu costruita su un preesistente edificio romano. L’aspetto attuale deriva da restauri e trasformazioni avvenuti nel 1500 e nel XIX secolo…

Abruzzo - Teramo - Tortoreto - Chiesa di Sant'Agostino - Portale

Chiesa di S. Agostino

All’origine annessa al convento degli agostiniani, la chiesa fu ricostruita quasi interamente nel 1639 dal maestro fra Agostino Tavati, priore e fondatore del convento attiguo come riporta una lapide murata all’interno. L’edificio, a navata unica, contrappone al semplice esterno degli interni barocchi dalle preziose decorazione ed una bella volta a vela. L’interno è arricchito da sei altari di stile barocco in tre ordini diversi. L’altare trionfale è sormontato da uno stemma sorretto da angeli con…

Chiesa di san Clemente al Vomano EV

Abbazia di San Clemente al Vomano

La chiesa di S. Clemente sorge nei pressi di Notaresco, nella valle attraversata dal Vomano, fiume dal quale prende l’appellativo. L’edificio, ridotto oggi a chiesa cimiteriale, vanta origini antiche ed una tradizione storica connessa alle vicende delle più grandi abbazie della regione. La sua più antica menzione risale al 1121, anno in cui papa…

Sant'Egidio alla Vibrata - Borgo di Faraone

Borgo Medievale di Faraone

Il borgo antico di Faraone, il cui nome è di chiara origine longobarda, è, o meglio era, visto il suo attuale stato, una frazione del comune di Sant’Egidio alla Vibrata. Per raggiungerlo è necessario percorrere per circa 4 chilometri la strada che da S. Egidio alla Vibrata conduce a Villa Lempa. Non esistono indicazioni quindi è importante fare molta attenzione; dopo aver raggiunto la frazione di Faraone Nuovo…

Civitella del Tronto - Panorama

La Fortezza di Civitella del Tronto

La Fortezza di Civitella del Tronto è una delle opere di ingegneria militare più imponenti presenti sul territorio italiano; con i suoi oltre 500 metri di lunghezza e i 25.000 metri quadrati di superficie complessiva, la struttura rappresentava un baluardo inespugnabile posto a controllo del confine settentrionale del Regno di Napoli prima, del Regno delle due Sicilie, poi. La Fortezza, così come appare oggi, viene costruita a partire dal 1559, sotto il…

Parco Territoriale Attrezzato Fiume Fiumetto

Parco Territoriale Attrezzato “Fiume Fiumetto”

La natura nella Valle Siciliana, il Parco Territoriale Attrezzato “Fiume Fiumetto” Nato nel 1990 il Parco Territoriale Attrezzato “Fiume Fiumetto” ad una quota compresa tra i 500… Read more »

Corropoli - Ripoli - Donna con cane

Villaggio neolitico di Ripoli

Situato lungo la SS 259 che collega la Val Vibrata ad Alba Adriatica, nel territorio del comune di Corropoli, circa 10 km a sud del fiume Tronto, il villaggio neolitico di Ripoli è uno dei più importanti scavi archeologici della preistoria italiana. Fu scoperto nel 1867 dal medico condotto di Corropoli Concezio Rosa il quale si occupò anche dei primi scavi avvenuti nel 1870. Il villaggio presenta un’elevata densità di capanne poste sul limite di un…

Ripe di Civitella - Gole del Salinello

Riserva naturale Gole del Salinello

La Riserva naturale Gole del Salinello è un’area naturale protetta che si trova all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.Fu istituita con la Legge Regionale n. 84 del 13 novembre 1990 e si estende su una superficie di 800 ettari compresa tra i comuni di Civitella del Tronto e Valle Castellana. Caratterizzano il territorio la presenza dei Monti Gemelli, il Monte Foltrone conosciuto anche come Montagna di Campli (mt 1720) ed il Monte…

Martinsicuro - Biotopo

Biotopo Costiero di Martinsicuro

Il biotipo costiero di Martinsicuro rappresenta il primo e più importante esempio di ricostruzione di un ambiente dunale in Abruzzo. In questi tratti di spiaggia sono ospitate più di 40 specie botaniche autoctone un tempo diffuse ovunque nell’Adriatico ma oggi a rischio di estinzione. La presenza delle dune garantisce protezione alle piante chiamate psammofile cioè “amiche della sabbia”, in quanto capaci di sopravvivere in un ambiente arido e ricco di salsedine. Tra le principali specie presenti…

Campli - Chiesa di Santa Maria in Platea

Chiesa di Santa Maria in Platea

La chiesa di Santa Maria in Platea sorge nella piazza principale del paese di Campli di cui è sicuramente il principale monumento religioso. Il suo nome deriva dalla scultura in pietra che si trova sul portale attribuita a Gianfrancesco Gagliardelli (XIV sec.), che rappresenta la Madonna con il Bambino che guarda sulla piazza principale. La chiesa fu edificata probabilmente alla fine del secolo XIV, come si può dedurre da una incisione riporta sulla lunetta…

San Pietro

Il piccolo borgo di San Pietro, frazione del comune di Isola del Gran Sasso, si trova, incastonato nello splendido scenario dei Monti Brancastello e Prena, a poco meno di 800 metri sul livello del mare. Qui padrona incontrastata è la natura incontaminata con i suoi fitti boschi i rapidi ruscelli…

Campli_Scala_Santa_Interno_9398mod

Scala Santa

Situata dietro Palazzo Farnese, accanto alla trecentesca Chiesa di San Paolo, la Scala Santa è così denominata perché nel 1772 Papa Clemente XIV le attribuì un privilegio: i 28 gradini in legno di ulivo, da salire pregando in ginocchio con il capo chino, donano ai fedeli l’assoluzione dei propri peccati e, in alcuni giorni dell’anno…

Antiquarium di Castrum Truentinum

Antiquarium di Castrum Truentinum

L’Antiquarium di Castrum Truentinum è sito all’interno del complesso monumentale Torre Carlo V e Casa Doganale. È stato inaugurato il 12 agosto 2009 ed espone all’interno delle sue teche reperti archeologici raccolti nel corso di diverse campagne di scavo. I Primi scavi, partiti nel 1991, individuarono il sito dell’antica Castrum Truentum della quale avevamo perso ogni traccia nonostante le numerose fonti antiche. Sono venuti alla luce il porto, locali commerciali e pubblici, strade e una…

Abruzzo - Teramo - Corropoli - Fontana Piazza Piè di Corte

Torre Campanaria

La Torre Campanaria di Corropoli, è considerato il simbolo della città. È situata in pieno centro storico vicino la piazza Piè di Corte. La sua costruzione risale alla fine del XV secolo, ad opera di mastro Antonio da Lodi e della sua scuola, è il più giovane della serie dei quattro “campanili fratelli” della provincia di Teramo…

Isola del Gran Sasso - Chiesa di San Giovanni ad insulam - cripta

Chiesa di San Giovanni ad Insulam

La chiesa di San Giovanni ad Insulam sorge sopra una piccola collina che fiancheggia il fiume Mavone nella valle omonima. È situata a circa due chilometri e mezzo da Isola del Gran Sasso, sui terreni probabilmente appartenenti un tempo al monastero benedettino di S. Vincenzo al Volturno. È circondata dalla catena del Gran Sasso le cui cime del Corno Grande e del Corno Piccolo…

Isola del Gran Sasso - Santuario di San Gabriele - Cripta

Santuario di San Gabriele dell’Addolorata

Nel luogo dove è situato l’attuale Santuario di San Gabriele, sorgeva un tempo un piccolo convento francescano che secondo la tradizione è stato edificato dallo stesso San Francesco nel 1215. In base ad alcuni documenti è certo comunque che il convento già esisteva nel 1229. La sua storia nel corso degli anni è stata sempre molto sofferta e travagliata subendo per quattro volte la soppressione. Nel 1894 è stato definitivamente riaperto ad affidato ai Padri Passionisti che vi risiedevano già dal 1847. La chiesa, sorta sui resti dell’antico convento, è in stile…

Corropoli - Abbazia di Santa Maria di Mejulano

Abbazia di Santa Maria di Mejulano

L’Abbazia di Santa Maria di Mejulano, è sicuramente uno degli elementi di maggior valore artistico, culturale e religioso di tutta la provincia. È situata a nord dal centro di Corropoli, a circa 1 Km., dove anticamente si dice sorgesse un tempio pagano dedicato alla Dea Flora. Fu costruita dai Benedettini intorno all’anno mille per poi passare ai Padri Celestini nel 1497 su richiesta del Duca Andrea Matteo III Acquaviva. In seguito, nel 1616, venne elevata al…

Sant'Egidio alla Vibrata - Chiesa di Sant'Egidio Abbate

Chiesa di Sant’Egidio Abate

La chiesa intitolata a S. Egidio conserva ancora oggi il volto medievale assunto tra Duecento e Trecento. La sua fondazione risale a tempi più antichi, tanto che l’analisi dell’edificio lascia individuare, nell’abside e nel presbiterio, delle strutture riferibili al più tardi al XII secolo, caratterizzate da una cortina muraria a conci perfettamente squadrati messi in opera con poca malta (Aceto, 1996). Al XII secolo rimanda…

Abruzzo - Teramo - Tortoreto - Chiesa di San Nicola

Chiesa di S. Nicola

La chiesa parrocchiale di S. Nicola di Bari fu costruita nel 1534 da Domenico Tafani su progetto dell’architetto Gioantonio Piermarini di Bergamo, come testimonia la lapide murata sulla destra della facciata che riporta la scritta così tradotta: “A Dio ottimo e massimo questo tempio dedicato a San Nicola di Bari di Patara a sue spese Domenico Tafani ricostruì dalle fondamenta l’anno 1534. Gioantonio Piermarini pose alla memoria del benemerito fratello della nonna”. L’edificio in laterizio è…

Torano Nuovo - Chiesa di San Massimo in Varano

Chiesa di S. Massimo a Varano

La Chiesa di S. Massimo a Varano è una delle più antiche chiese d’Abruzzo: la sua edificazione risale senza dubbio a prima dell’anno 1000, poiché risulta già elencata nel 1066 tra i beni dell’abbazia di Montecassino come riportato nella XIII lamina della sua porta di bronzo. Un tempo l’edificio era molto più grande ed era fornito di abside (dopo il restauro…

Tortoreto - Chiesa Madonna della Misericordia

Chiesa della Madonna della Misericordia

La chiesa della Madonna della Misericordia fu costruita nel 1348 come ringraziamento alla Vergine della Misericordia per lo scampato pericolo dalla terribile peste che colpì l’Italia nel 1347. Delicato nelle forme e nelle proporzioni, l’edificio ben rispetta i canoni dello stile rinascimentale: ha forma rettangolare con abside poligonale e la navata è divisa in due campate con volte a crociera. La facciata presenta un portale in pietra. Sono però gli splendidi affreschiinterni a fare della chiesa della…

Abruzzo - Teramo - Castelli - Chiesa di San Donato - soffitto

Chiesa di San Donato

La Chiesa di San Donato, nata anticamente come cona, ossia chiesetta di campagna, è situata a circa un chilometro dal borgo di Castelli, su una leggera altura. Deve la sua fama al bellissimo soffitto maiolicato che per la sua singolarità è stato definito da Carlo Levi…

Castel Castagna - Chiesa di Santa Maria di Ronzano - facciata

Chiesa di Santa Maria di Ronzano

Una Bolla del 1183, che stabilisce l’appartenenza della Chiesa alla Diocesi di Penne e all’Abbazia di S. Quirico presso Antrodoco, e i superbi affreschi absidali datati 1181, in effetti ci dicono indirettamente che la costruzione era avvenuta prima delle date suddette. La pianta è sostanzialmente rettangolare, ma le navate risultano corte rispetto al notevole…

Controguerra - Chiesa di S. Maria delle Grazie

Chiesa di S. Maria delle Grazie

Citata nelle fonti del 1574 con il titolo di S. Maria delle Grazie e come sede del Fonte Battesimale la chiesa, più volte distrutta, fu rifondata definitivamente al tempo del pievano Baldassarre Pelagalli (1634-1683), ed appare oggi nelle fattezze conseguenti la ricostruzione terminata nel 1810 e i successivi restauri e interventi di consolidamento…

Colonnella - Centro Storico

Chiesa dei SS. Cipriano e Giustina

La chiesa, di fondazione cinquecentesca, venne riedificata tra il 1795 ed il 1815 su progetto dell’architetto ticinese Pietro Maggi e del figlio Giacinto, che subentrò nella direzione dei lavori per la morte del padre. Nel 1995 è stata oggetto di restauro. La facciata è in laterizio ed è caratterizzata da un portale timpanato sormontato da una finestra rettangolare: ai lati, delle lesene poco rilevate salgono fino ad una trabeazione che nella fascia centrale richiama il…

Posted in Arte, Natura and Storia

Rispondi