Mare

Mare Adriatico - Martinsicuro

Ampie spiagge dorate, sabbia finissima, scogliere e pinete, un mare tra i più belli e puliti d’Italia, un fondo marino dolcemente degradante, questo è il litorale teramano un comprensorio unico in cui soggiornare! Una costa tutta particolare in cui spiagge finissime sono a poca distanza dalle splendide vette del Gran Sasso e dei Monti della Laga.

Silvi Marina - Panorama

Silvi Marina – Panorama

Nasce così un litorale dalla formula incantevole: dolci giornate di relax al mare, grazie ai numerosi ed attrezzati stabilimenti balneari, alternate ad escursioni sulle incredibili meraviglie della montagna e del parco nazionale. Cambiano così, in pochi chilometri, il paesaggio e i colori: dall’azzurro delle acque limpide e cristalline, al verde dei boschi ed al grigio delle ripide rocce. Nei 40 km di costa, la più lunga dell’intero Abruzzo, sorgono 7 splendide località costiere, le cosiddette “sette sorelle” che saranno  pronte ad accogliere il turista con la bellezza del loro mare, il colore della macchia mediterranea e con l’eccellenza dei loro servizi turistici: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi. Tutte e 7 le città si sono fregiate più volte negli anni della prestigiosa  bandiera blu, sinonimo non solo di mare pulito ma anche di eccellenza dei servizi turistici.

Un’offerta di proposte quanto mai ampia e differenziata per un turismo in grado di valorizzare pienamente tutte le risorse di questo straordinario territorio, non solo alberghi, residence, bed & breakfast, campeggi, stabilimenti balneari ma anche ristoranti, discoteche, pub,

disco-bar, Acquapark, Kartodromo. Una varietà ed una qualità che permettono di soddisfare il turista di ogni età: si possono noleggiare barche, affittare wind-surf, praticare lo sci d’acqua e la pesca subacquea. Esistono scuole di vela e di immersioni che offrono la possibilità di scoprire suggestivi spaccati di colorata vita sottomarina. La costa teramana riveste una grandissima importanza nell’economia dell’intera regione basti pensare che su 100 turisti che scelgono l’Abruzzo ben 70 prediligono questo tratto di mare per le loro vacanze! Le ragioni sono da ricercare nell’ospitalità, nell’accoglienza e nella varietà delle offerte.

Si va da spiagge attrezzate di ogni confort moderno ad oasi naturalistiche dall’aspetto quasi selvaggio, da gite in barca, soprattutto nei due porti di Giulianova e Roseto, a lunghe passeggiate in bicicletta con tutta la famiglia. Una pista ciclabile, infatti, di quasi 30 km permette di unire Martinsicuro a Roseto in tutta sicurezza.

Abruzzo - Teramo - Tortoreto - Pista Ciclabile

Tortoreto – Pista Ciclabile

Si parte da Martinsicuro con un percorso misto, per ciclisti e pedoni, si prosegue per Villa Rosa e si pedala spediti fino ad Alba Adriatica attraversando un  primo ponte in legno, si continua verso sud su una delle più belle piste ciclabili della Provincia ampia e ben distinta dai percorsi pedonali, che velocemente ci porta verso Tortoreto dove ci si immette in un’altrettanto comoda pista ciclabile. Arrivati al confine con Giulianova  superato un altro ponte in legno, sul fiume Salinello, si attraversa una bella pineta che costeggia i campeggi e si arriva sul lungomare Giuliese.

Ognuno dei 7 comuni attrae il turista con appuntamenti culturali, eventi di carattere eno-gastronomico, feste paesane, serate musicali, rievocazioni nate per continuare a tenere viva la memoria delle tradizioni più tipiche e suggestive del territorio; ma nonostante la spiccata  vocazione per il turismo balneare, la costa teramana strizza l’occhio anche a coloro che cercano una vacanza più a contatto con la natura. Quest’area, infatti, può vantare ben tre oasi marine oltre all’Area Marina Protetta “Torre del Cerrano”.

Pineto - Torre di Cerrano

Pineto – Torre di Cerrano

La riserva naturalistica del Borsacchio situata tra Giulianova e Roseto, di fronte alla spiaggia di Cologna, è un luogo magico costituito da abbondante vegetazione e macchia mediterranea ai bordi di una spiaggia dorata ed a pochissimi metri dal mare cristallino. Fra il fiume

Tronto e il torrente Vibrata si estende, invece, il biotopo costiero di Martinsicuro e Villarosa, area protetta istituita nel 1988,

caratterizzato da spiagge sabbiose di notevole interesse naturalistico con dune mediterranee e canneti che sono la testimonianza viva di com’erano le spiagge del nostro Adriatico.

L’Area Protetta Torre del Cerrano, fiore all’occhiello e simbolo di Pineto, deve il suo nome alla presenza di un antico torrione, uno degli

avamposti difensivi di un sistema più ampio di torri di avvistamento edificate dagli spagnoli nel XVI secolo.

Questa’area comprende una varietà unica di litorali costieri tra dune, lagune e stagni, tra i quali trovano ospitalità esemplari di fauna e flora autoctoni di grande rilevanza naturalistica e scientifica. Qui nidifica il fratino, raro uccello migratore, che frequenta la spiaggia da aprile a settembre inoltrato e che ogni primavera vi depone le sue uova.

 

Questo post è disponibile anche in: Inglese, Francese, Tedesco